Rossella Pugliese

RECITAZIONE

rossella pugliese

PROGRAMMA GENERALE

Come si costruisce un personaggio?
Impareremo ad analizzare il testo e ad individuare gli elementi fondamentali per la caratterizzazione tridimensionale del personaggio in base ai propri punti di forza e debolezza e alle situazioni extra-testuali, grazie a storytelling e ad story-inventing. Analizzeremo gli archetipi per rende unica ed originale la proposta di personaggi classici comparandoli ai ruoli contemporanei.

Impareremo a gestire lo spazio scenico, l’imprevisto e l’emotività. Dal lavoro di gruppo attraverso la polarizzazione dei personaggi al lavoro del singolo per una proposta subito convincente. Gestiremo le direttive registiche e daremo vita a nuovi personaggi diventando autori oltre che interpreti.

 

BIO

All’età di 8 anni intraprende lo studio della danza classica e moderna presso la “The Art Of Ballet” e a 18 ne consegue in diploma. Nell’anno 2005/06 frequenta il corso di avviamento professionale presso l’Associazione Italiana Danzatori di Roma diretta da Giacomo MOLINARI avendo ottenuto una borsa di studio al 100% finanziata dal Ministero dei beni e delle attività culturali studiando con i maestri: Tuccio RIGANO, Andrey FEDOTOV, Erwan STRAUSS, Jeffry COULEY, Stefan BANICA, Cristina AMODIO, Veronic JEAN e altri (danza classica), Vinicio MAININI, Stefan BOKO (coreografo Notre Dame De Paris), Fabrizio Mainini (modern-jazz), Amalia SALZANO (matt-mattox), MAX LUNA (insegnante dell’Alvin Aley di N.Y.), Francesca SANI e Silvio ODDI. 2006 consegue il diploma Accademico.

Intraprende lo studio della recitazione, presso il laboratorio biennale del regista Claudio Boccaccini, verrà poi scritturata per gli spettacoli “Faust” di Goethe (2009) e “Le belle notti” di G.Clementi 2009/10.

Nello stesso anno prende parte alle fiction “Il ritmo della vita” di Rossella Izzo (canale5), “Rossella” di Gianni Lepre (RAI Fiction) e “il commissario Rex” di Marco Serafini (Rai2)

2010 frequenta il Laboratorio annuale tenuto dal regista Giancarlo Sepe sulla parola e presenza scenica. Nello stesso anno è in scena con “Mamma Napoli” di e con Emiliano De Martino.

Nel 2011 è Teresina in “In nome del papa re” di Luigi Magni al fianco di Sergio Fiorentini per la regia di Antonello Avallone

Nel 2012 continua lo studio del teatro con Antonello Fassari sul testo “la Notte Brava” di Pasolini interpretando il ruolo di Anna. Nello stesso anno è in scena con “Carafollia” di Claudio Carafoli. Ottiene il ruolo della protagonista nei film cinematografici “Dimmelo con il cuore” di Alfonso Ciccarelli e “La storia Di Elida” di Valerio Boserman.

Continua lo studio della recitazione seguendo i registi Ruggero Cappuccio e Nadia Baldi, nel 2013 viene scritturata per il “Don Pasquale” di Donizetti che debutterà al Teatro dell’Opera di Roma. Prende parte al laboratorio estivo su Alejandro Jodorowsky tenuto da Lello Arena, terminato con lo spettacolo “Cabaret Tragico”.

Sempre nel 2013 è in scena con “Fuoco su Napoli” di R.Cappuccio al fianco di Roberto Herlitzka (regia R.Cappuccio).Ne “Il sorriso di San Giovanni” è Marino di Pietratagliata regia di Nadia Baldi.

È diretta da Ettore Scola nel film “Che strano chiamarsi Federico” presentato alla 70emima Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, omaggio intimo e lirico dell’amico di una vita Federico Fellini.

Nadia Baldi la sceglie come una delle cinque donne del “Casanova” di R.Cappuccio, ancora una volta al fianco di Roberto Herlitzka.

Nel 2014 è “Nella” co-protagonista nel film cinematografico “Effetti indesiderati” (regia di Claudio Insegno) al fianco di Biagio Izzo e Massimiliano Gallo, ruolo che le porterà il premio “Cultura” della città di Saviano.

Nel 2015 interpreta “Susy” la protagonista femminile dello spettacolo “Solo cento volte” di e con Emiliano de Martino.

Studia con Emma Dante avendo superato le selezioni per partecipare al laboratorio a numero chiuso “Festa di nozze la molto bramata regina ci prepara”.

Viene scelta da Nadia Baldi per il film “Veleni”.

Entra nel cast di “Sogno di una notte di mezza estate” col ruolo di Elena al fianco di Lello Arena e Isa Danieli, in tournée per due anni. Seguirà la tournée dell’Avaro, con Lello Arena, nel ruolo di Mariana.

Nel 2017 fa parte della compagnia di Ruggero Cappuccio in “Desideri Mortali”  per il Teatro stabile di Napoli

Scrive, interpreta e dirige il monologo “Rusina” omaggio a sua nonna materna per il Napoli Teatro Festiva nella sezione osservatorio. Negli anni successivi “Rusina” vincerà il premio come migliore spettacolo teatrale al festival MarteLive di Roma e sarà selezionato nella rosa degli spettacoli per il Torino Fringe Festival, Milano Fringe Festival e Catania Fringe Festival e viene selezionato per il festival di Avignone.

Ne 2018 è al fianco del campione olimpionico Patrizio Oliva con “Patrizio vs Oliva” per la regia di Alfonso Postiglione

È in uscita col film cinematografico “Passpartù-operazione doppio zero” nel ruolo Irene per la regia di Lucio Bastolla.

Fa parte della serie “i bastardi di Pizzofalcone 2” (Rai1) diretta da Alessandro D’Alatri.

Nel 2019 Viene scelta da Rimas Tuminas, direttore artistico del teatro Vachtangov di Mosca, per il ruolo protagonista di Ismene nell’ Edipo a Colono e nello stesso anno prende parte al film “Il corpo di Napoli”.

Le viene consegnato il “Premio Vincenzo Crocitti come Migliore Attrice Emergente”.

Fonda insieme ad Errico Quagliozzi, l’associazione “deneb ets” di cui è Presidente

Per il Napoli Teatro Festival, nella sezione Sportopera porta in scena un racconto di Giampiero Comolli. E Per il Festival Primavera dei Teatri porta in scena “Se io vivessi tu moriresti” di Miguel Castro Caldas, riscuotendo grande consenso di pubblico e critica.

Nel 2021 gira il film per il teatro “Il sorriso di San Giovanni” prodotto dal Teatro Stabile di Napoli

Un altro suo monologo, “Ultimo Strip” testo dal carattere forte che narra le vicende di una donna e della sua autodistruzione viene scelto per il Campania Teatro Festival, ne cura anche regia e interpretazione.

Nello stesso anno gira diversi film brevi, tutti in ruoli da protagonista che vinceranno e saranno selezionati nei migliori Festival italiani ed esteri: “Antonio” di Emiliano De Martino; “Al di là del mare” di Carlo Alberto Biazzi; “Larua” di Francesco Madeo.

È impegnata con “La Salvazione” (che ha debutto al Campania Teatro Festival 2022) diretta da Chiara Callegari in tournée tra l’Italia, l’Argentina e l’Uruguay e nello spettacolo “Amori e sapori nelle cucine del gattopardo” testo di Roberto Cavosi per la Regia Di Nadia Baldi, una produzione La contrada Teatro stabile di Trieste, ente autonomo regione Teatro di Messina.

È Tamara nello spettacolo “Fiori D’acciaio” riadattato da Michela Andreozzi che ne cura anche la regia insieme a Massimiliano Vado.

Dal 2019, al lavoro di attrice e scrittrice, affianca anche quello di insegnante. Tiene corsi annuali e intensivi di recitazione e scrittura.

Back to Top
Product has been added to your cart